Pubblicato da: stevern-sail | 28 maggio 2014

…ancora tecnica e manutenzione in testa d’albero

A volte capita che un gabbiano decida che il vostro anemometro è un luogo di divertimento e vuole giocare con le palline che girano….e così le fa girare anche a me perchè posandosi sul quel delicato e importantissimo accessorio che è posto sull’apparato che più in alto di così non si può mettere e staccandone il pezzo sottostante.

Si proprio in TA (testa d’albero) laddove “non osano le acquile” dobbiamo osare noi e salire per provvedere a risolvere il problema. Accidenti, avevo recentemente sostituito tutto l’attrezzatura peraltro costosissima, ma lasciamo perdere le imprecazioni….

Ecco ripropongo un post che ho già trattato, ma questa volta voglio essere più esaustivo con qualche spezzone di filmato che tento di raccontare anche con qualche mio commento.

IMG_1976   Mi trovo qui al marina di Sant’Elmo al pontile e oggi il vento si alterna con piccole raffiche e quindi decido di prepararmi con l’imbragatura e salire per verificare il danno, lassù:Marina di sant'elmo-Logo

 

 

 

 

Oggi il sole delle 7 ha lasciato il posto ad un cielo plumbeo e ventilato, meglio così vorrà dire che non suderò. Ma ecco come ho fatto e con quale attrezzatura.

Premetto che tutto quanto vedrete nel filmato è fatto in autonomia e in assoluta sicurezza. Ci tengo a dirlo perchè non sembri che sia sprovveduto e che mi lasci trasportare dal caso; tutt’altro! Non voglio trasferire alcuna responsabilità ad altri, ma al tempo stesso voglio sentirmi sicuro nell’operare.

Come vedete nella foto il segnavento della B&G nnon ha più la parte che ruota e con le sue alette trasmette l’intensità del vento all’anemometro, il quale trasduce l’impulso trasferendolo dopo averlo decodificato alla strumentazione posta sulla consolle di fronte al timone.  Fortunatamente il gabbiano è stato discreto nel giocare con l’attrezzo e ha evitato di rompere anche il cuscinetto ( la parte ruotante che consente il rilevamento dei nodi di vento).

Procediamo con il primo spezzone di filmato: l’attrezzatura utilizzata  Per motivi di pesantezza dei filmati sono costretto a fare un altro post. Seguiteci

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: